You are currently browsing il barone’s articles.

Quando metti insieme un film erotico con uno dei film più nerd-cult degli anni 80

Quando fondi Playboy con Wired

Quando pagherai 7 euro al multisala per vedere una cagata immonda e ipermaschilista.

Quando insomma penserai che ai trashmovies non c’è mai fine.

Sarai pronto per HOT TUB TIME MACHINE.

Io non lo so se sono già pronto..

(clicca l’immagine per il trailer)

Annunci

A costo di ripetere esattamente l’articolo precedente DEVO assolutamente rendervi partecipi di questo:

Diventa il nuovo “MUST HAVE”  di chi possiede un iPad. Non riesco a scrivere nient’altro, ho la bocca ancora spalancata e un tovagliolo di bava alla bocca…

Pare che qualcuno stia cominciando a sperimentare modi finalmente fighi di usare il nuovo Kinect per Xbox..

Se ci fosse un gioco intero su Star Wars basato su combattimenti tra spade laser penso il mercato dei giochi esploderebbe…

 

Volendo sdrammatizzare riguardo a puttane, festini, droga e comic sans – ed eventualmente proporre una rubrica LOL-Friday – vorrei segnalare un sito che da qualche mese ha colpito la mia attenzione.

Come tutte le cose che fanno più ridere è di una semplicità disarmante.

Racconta scene, episodi e fatti di tutti giorni. Nient’altro.

Solo che usa i grafici per farlo. I miei preferiti sono quelli a torta.

Ogni volta che finisci di ridere per averne letto uno non puoi fare a meno di dire: SOO TRUE!

Bella per GraphJam

L’Italia riportata agli stereotipi di un tempo? Eh, i soliti vecchi stereotipi…

Secondo me ci è andata più che bene…

Questo è uno dei soliti articoli che mi confermano la bassezza culturale della Repubblica, giornale molto sopravvalutato, sempre bravissimo e geniale nel trovare e dare risalto sul proprio sito a notizie irrilevanti, roba da Studio Aperto per capirci.

La Repubblica scrive (e dico La Repubblica visto che il giornalista menomato non firma) che sono stereotipi “triti e degradanti” e inoltre non si documenta nemmeno sul semplice fatto ormai noto a tutti che non è Apple a produrre le App ma nel 99% dei casi società esterne che poi vengono autorizzate da Apple e inserite sull’App Store. L’inserimento è effettuato se l’Applicazione rispetta certi “canoni” tra qui quelli di non risultare offensiva. Beh pensiamo che se avessero voluto offendere l’Italia avrebbero trovato ben altro: solo sulla corruzione della nostra classe politica da destra a sinistra si potrebbero fare fior fior di applicazioni… e pensiamo ai giochi che si potrebbero ideare sui rifiuti a Napoli? E i carabinieri (LOL)… Insomma di materiale ce n’è.

Ma l’Osservatorio Antiplagio non ci sta! eh no! L’immagine che viene dipinta è troppo brutta e altri paesi sono stati trattati molto meglio di noi (chissà come mai..). Ora, che cazzo centra l’Osservatorio Antiplagio? Un sito fondato da un privato che ha paura dei maghi di Mediaset e che potrebbe benissimo essere uno degli autori di Voyager cos’ha a che fare con un’applicazione dell’iPhone? Penso non lo sapremo mai. Lui comunque chiede spiegazioni e  le chiede proprio alla cara vecchia Michi Brambilla! Lei si che difende i diritti dei cittadini! Infatti a tutto questo nulla risponde un’esponente del PD che invece di combattere la mafia per cambiare gli stereotipi nega la realtà combattendo contro un’applicazione per cellulari.

Minchia davvero viva La Repubblica! Non avremmo mai saputo nulla di tutto questo senza questa magnifico sito porno!

Insomma in tutto questo casino non ci capisco più nulla e mi sto quasi scordando di dire che pure io sono arrabbiato con “What Country” e agli sviluppatori vorrei chiedere: ma che cosa centrano gli scooters?

Essere infortunati nel fisico ma soprattutto nell’anima, causa partenze di amici, mi riporta verso l’oscuro vortice del web dopo quasi due mesi di disintossicazione estiva.

E quando navighi per internet un po’ a caso quasi tutti i giorni ti meravigli sempre meno di quanto personaggi che esistono solo su youtube, wordpress e twitter diventino famosi anche su studioaperto e pian pianino conosciuti anche  a chi un computer non l’ha mai nemmeno acceso.

Beh, oggi grazie alla mia ragazza che è letteralmente e inguaribilmente malata di moda ho visto Andy Samberg nella nuova pubblicità di Chanel. Forse è meglio dire che grazie a lei credevo di averlo visto.

Si perchè quando guardi\ascolti quei fottuti geni dei the Lonely Island praticamente tutti i giorni, finisce che li rivedi ovunque.

C’è da dire però che Gaspard Ulliel e Andy Samberg son davvero uguali..

(Vi prego dite di si!)

Aiuto!

Questo sarà probabilmente il post più nerd di ECSA. Ma come si dice in questi casi, THIS CAN’T REMAIN UNSEEN.

Ora, non so se sapete che bene o male sia la Microsoft che la Apple ce l’hanno un po’ su con lo Java. Non si piacciono e si frequentano con non buonissimi risultati. Tanto che si è addirittura riscritto un codice – HTML5 – per “superare” Java.

A me fa ridere.. mi ricorda i primi filmati di Maccio Capatonda, quelli che facevano davvero ridere…

Magari non interessa a nessuno, ma almeno a due autori dello staff di Eccosissia interessa eccome.

Parliamo del mercato NBA che ieri notte, precisamente alle 3:40, sembra aver preso non una bellissima piega.

Quello che è successo lo sapete tutti e se non lo sapete ancora, sapretelo.

La decisione secondo tutto il web é che non abbia scelto con stile, né per sé, né per lo spettacolo. E io condivido questa decisione.

MA (e il “ma” è grande non a caso) mi sembra ci si stia accanendo un pò troppo contro il Phessone. Le ragioni sono diverse:

– Cleveland ha ragione ad essere arrabbiata o delusa soprattutto se poi gli hai fatto credere certe cose… Però c’è da dire che non ha fatto molto per garantire al “King” il fatto di vincere un titolo, anzi, ha puntato solamente su un uomo, ingrandendolo in bravura ma soprattutto in ego. In poche parole non ha creato una squadra degna di tale nome.

– in 7 anni ai Cavs è arrivato in finale di conference 2 volte, vincendone solo una, quasi da solo.. Beh immagino che convincersi ogni giorno di essere il migliore per poi fallire 5 anni di fila non é proprio un modo per aumentare la propria autostima. Il fatto di aver raggiunto altri 2 ipergiocatori non fa di lui mister coraggio ma non mi sento proprio di biasimarlo.

– la storia passata NBA, dalla quale scelgo 2 esempi: Charles Barkley, il più forte perdente prima di James, che pur raggiungendo altri 2 ipergiocatori ai Rockets non ha mai vinto un titolo. Kevin Garnett che lascia i Minnesota Timberwolves per Boston che gli porta il primo anello. Beh di esempi ce ne sono tanti, forse troppi, ma certo è che di solito chi ha scelto di aggiungersi a grandi squadre di solito poi ha vinto… (Artest??)

Per il resto tutto quello che si è detto, lo condivido. Soprattutto il fatto che andare a NYC, essere the Real Yankee che salva la città sarebbe stato molto ma molto più figo. Ma,come dicono quelli di the Basketball diaries, lui è il Phessone…

Aspetto con ansia un post di risposta de l’americano.

Ultimo ( o ultimi, non si sa mai ) video di PAP. Lacrime.

Quest’anno davvero hanno spaccato. Hanno spaziato come più non potevano per dare spazio davvero a tutti di dire la loro e di esprimersi in qualche modo. Sono riusciti a essere criticati e apprezzati allo stesso tempo.

Fiorella chiude come ciliegina sulla torta (non) recensendo Romborama dei Bloody Beetroots e raccontando di serate in discoteca.

Noi siam stati completamente rapiti.

Vediamo se il prossimo anno tornano, se riescono ad essere ancora così prolifici e se sapranno fare di meglio… anzi di peggio.

Noi ci speriamo e siam pronti a sostenerli. In tutti i modi.

Del video davvero non ci ho capito molto – anzi quasi niente – ma vi assicuro che ieri sera all’Hana-bi i Local Natives si son fatti capire per bene. Davvero fantastici. Non credevo che sarebbero riusciti a suonare così bene, con così tante voci in ballo. Invece alla fine hanno portato a casa il risultato chiamato “suonanomegliochedacd”. Complimenti.

Ieri si è capito anche che l’estate è finalmente e definitivamente arrivata. Era ora.

Citazione e segnalazione per merito assoluto naturalmente va fatta all’Hana-bi che si conferma anno dopo anno “the Place 2 B” della East Coast. Un posto dove i gruppi sembrano trovarsi a proprio agissimo (e vorrei anche vedere il contrario). Heaven.

P.s.: anche i LN sembrano gradire…

chi pigia sui tasti

Go Faster

  • ..come sindaco di Springfield proclamo il 6 Dicembre giornata mondiale del We'll be back shortly. E tutti dovranno ribloggare! * 6 years ago
  • http://d.pr/h3NV HOT TUB TIME MACHINE, nuovo post. Una regola di questo universo è che al trash non c'è mai fine * 6 years ago
  • RT @lucafaenzi: Un gruppo di esagitati ha fatto irruzione in Senato. Hanno tutti la cravatta verde e dicono di venire da uno stato che n ... * 6 years ago
  • NUOVI POST * 6 years ago
  • Nokia N8, cosa copierai adesso? * 6 years ago